Corsi MCE Torino

“SUPPORTO E FORMAZIONE IN TEMPI DI CRISI” destinato a docenti dell’infanzia e della primaria in collaborazione con le scuole dell’ambito TO 03.

1° incontro, 14 maggio, ore 15.00 – 17.30: “Il Padlet come strumento di connessione e condivisione“ a cura di Valeria Perotti, docente di scuola Primaria presso la scuola di Pianello (Piacenza); introduce Annunziata Maldera, ricercatrice del Movimento di Cooperazione Educativa.

2° incontro, 21 maggio, ore 15.00 – 17.30: “Il twitter nella pratica didattica quotidiana” a cura di Luisanna Ardu, docente MCE di scuola primaria a Cagliari;

3° incontro, 28 maggio, ore 15.00 – 17.30: “Una attività a distanza con la matematica”, a cura di Donatella Merlo formatrice MCE e ricercatrice di matematica.

4° incontro, 4 giugno 2020, ore 15.00 – 17.30: “Una struttura che connette” conduce Maria Arcà. In questo incontro si prevedono:
a) una riflessione sulle esperienze illustrate negli incontri precedenti
b) il lancio di una proposta di lavoro per il prossimo anno scolastico dal titolo indicativo “Progettazione condivisa per contribuire alla formazione del concetto di Ambiente“.
La narrazione sull’ambiente interessa diversi ambiti di studio e può essere quindi un buon filo conduttore tra le diverse discipline e un buon pretesto per l’utilizzo della tecnologia.

5° incontro, 11 giugno 2020, ore 15.00 – 17.30: Ambienti diversi, conduce Annunziata Maldera. Il cambio delle routine quotidiane, la ri-progettazione degli ambienti della didattica per una nuova quotidianità, l’immaginario di ambienti diversi per il futuro, sono elementi forti che pongono interrogativi e attivano processi di pensiero. Sono elementi essenziali per la difficile costruzione del concetto di ambiente che pone le basi sulla relazione tra individui e ambiente oggi e nel futuro.

6° incontro, 18 giugno 2020, ore 15.00 – 17.30: Programma di lavoro, conduce Annunziata Maldera. I partecipanti tirano le somme del percorso formativo svolto sinora e formulano un’ipotesi di lavoro per la ripresa delle attività in presenza. L’obiettivo è costituire un gruppo che svolga un lavoro di ricerca nel corso del prossimo anno scolastico, accompagnato dalla co-progettazione e riflessione collegiale sui modi e sulle finalità degli interventi didattici in corso.

GRUPPO DI RIFLESSIONE DURANTE “LA DIDATTICA A DISTANZA” con la partecipazione di insegnanti, ricercatori, genitori, studenti di Scienze della Formazione Primaria

“In questo momento drammatico e  complicato, noi docenti  saremo capaci di farcela da soli ?
Quali scelte saranno possibili rispetto all’organizzazione della classe in tutti i vari aspetti metodologici, didattici, relazionali.
Saremo all’altezza del compito, come sceglieremo i contenuti  e l’organizzazione dei  percorsi a distanza?
Per gli studenti, quali scelte  avete avuto modo di vedere nelle classi?”

La didattica a distanza è complicata, ma il cambiamento è così ESAGERATO, così MACROSCOPICO CHE potrebbe valere la pensa di utilizzarlo come pretesto per vedere meglio come si può guardare e conoscere l’AMBIENTE e come noi sappiamo costruire un ambiente per l’apprendimento.
Nelle case, nelle scuole rimaste sospese come nel Castello della Bella Addormentata cosa sta succedendo? 
– accorgerci delle complessità dei piccoli sistemi e dei MACRO sistemi (casa, quartiere, città…mondo): i viventi e le interazioni fra loro e fra loro e lo spazio in cui vivono. Osservare gli aspetti dal punto di vista ambientale vuol dire anche riflettete sugli aspetti sociali\antropologici.

Metodologicamente è importante immaginare percorsi lunghi .…
Oggi, mentre lavoriamo, raccogliamo le idee come se fossero appunti da rivedere e riorganizzare in un prossimo futuro in classe

Come lo possiamo fare? Quali domande scegliamo e quali inviti e proposte potremmo organizzare? Organizziamo discussioni? Attiviamo la scrittura?

Intanto costruire un padlet che farà da specchio al nostro percorso formativo e sarà la rccolta dei nostri materiali:

https://it.padlet.com/annunziatamaldera/qi2ponxvtlfq

Share