Sostegno e continuità per la valutazione formativa

Le associazioni professionali della scuola AIMC, CIDI, MCE, PROTEO FARE SAPERE, da tempo impegnate nel sostenere la valutazione formativa nella Scuola, ribadiscono la necessità di: (1) dare continuità sui temi valutativi tra la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado per valorizzare la cultura pedagogica e la pratica didattica, almeno in tutto il primo ciclo di istruzione; (2) proseguire velocemente e in modo strutturato e coerente nel processo avviato.

Per una scuola incubatrice di futuro

Convegno interassociativo online
8 aprile h 17:00 – 19:30: Ripensare il fare scuola: dalla progettazione didattica alla valutazione formativa
14 aprile h 17:00 – 19:30: I temi per ripartire.

Dialoghi scuola famiglia

Il Movimento di Cooperazione Educativa con il Coordinamento genitori democratici ha organizzato un incontro con lo scopo di informare i genitori di cosa è cambiato con l’O.M. 172/2020 e Linee guida, di renderli partecipi di quello che speriamo possa essere un processo di cambiamento della scuola.

Una bussola per orientarsi

L’abolizione del voto numerico mira a rimettere al centro l’obiettivo di una scuola di base inclusiva, capace di realizzare il dettato costituzionale attraverso una qualificata e adeguata proposta didattica, in grado di consentire a tutti gli alunni i migliori esiti possibili in termini di apprendimento. Nel documento indicazioni su cosa si può fare e cosa si può evitare.

Cambiamo la valutazione

Con l’emanazione delle linee guida per la formulazione del giudizio descrittivo nella valutazione periodica e finale della scuola primaria, conseguente alla legge n.41 del 6 giugno 2020, si apre un processo nuovo nella scuola.

Una svolta per la scuola?

Il documento del Gruppo valutazione del MCE sull’O.M. e sulle Linee guida per la valutazione nella scuola primaria. Da condividere e discutere.