Veneto first: una legge che nega i diritti ai bambini

Con la legge 21 febbraio 2017 n. 6, il Consiglio Regionale del Veneto ha modificato la legge regionale n. 32 del 1990 sui servizi educativi alla prima infanzia. La nuova legge, nota come Veneto First, ha introdotto la precedenza per l’ammissione ai nidi comunali veneti per i figli di chi risiede nel territorio della regione da almeno quindici anni anche non continuativamente e di chi per lo stesso periodo vi ha lavorato ininterrottamente.

Oggi 4 aprile presso il caffè Pedrocchi di Padova si incontrano le associazioni aderenti alla richiesta al governo di procedura di incostituzionalità, come suggerito dall’ASGI (giuristi per l’inclusione), verso questa legge regionale.
Il Veneto è una delle regioni con più bassa percentuale di servizi per la prima infanzia.

Oltre alle associazioni professionali hanno partecipato l’UNICEF e SAVE THE CHILDREN.

Rete di cooperazione educativa – Movimento di cooperazione educativa – Proteo fare sapere – Gruppo nazionale nidi infanzia – Save the Children – Unicef Padova – AIMC – Legambiente scuola e formazione – Disal – ADI – ANFIS – CIDI.

Scarica il documento elaborato dai firmatari dell’appello

 

Immagine di copertina tratta da http://www.linkiesta.it/it/article/2017/02/15/asili-nido-prima-i-veneti-approvata-la-legge-che-esclude-i-bambini-imm/33270/

You may also like...