Un welfare per i minori

Nell’ambito del Forum delle associazioni professionali del Veneto si è valutata la necessità di ampliare lo sguardo oltre l’orizzonte strettamente scolastico rivolgendosi anche alle forme di ‘normale’ disagio o di maltrattamento dei minori. Un tema caro al MCE che aderisce al forum e che ha fatto dei diritti dell’infanzia un ambito di intervento e di impegno aderendo e collaborando con varie reti associative e di volontariato.
La campagna ‘Lascia il segno giusto’, in occasione dell’istituzione della prima Giornata regionale contro il maltrattamento all’infanzia e all’adolescenza è un’importante iniziativa proposta dal tavolo regionale “Un welfare per i minori”, rivolta a chiunque opera con i bambini e i ragazzi, ma soprattutto ai nostri territori, alle istituzioni, alle nostre comunità, ai cittadini.
Il tavolo “Un welfare per i minori” è un coordinamento di soggetti rappresentativi di realtà impegnate a diverso titolo nella promozione, protezione e cura dell’infanzia e dell’adolescenza e nel sostegno alle famiglie in difficoltà. In questi anni il tavolo si è fatto portavoce anche nei confronti delle istituzioni pubbliche della necessità e dei bisogni dei bambini che si trovano in situazione di disagio e dell’urgenza di riattivare un’attenzione rispetto alle fragilità, valorizzando le potenzialità che il mondo dell’infanzia esprime, richiamando ad un impegno responsabile e attivo da parte delle istituzioni.

I soggetti promotori del tavolo sono: ANEP-Associazione Nazionale Educatori Professionali, Associazione Papa Giovanni XXIII, Azienda Ulss 15 Alta Padovana, Caritas del Veneto, CNCA-Coordinamento Nazionale Comunità Accoglienza, CNCM-Coordinamento Nazionale Comunità per Minori, Opera Don Calabria, Ordine degli Assistenti Sociali del Veneto, Ordine degli Psicologi del Veneto e diverse Reti di Famiglie Affidatarie.

Share

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.