• Senza categoria

Un ricordo di Adriana Uricchio

Adri1Adriana ha respirato l’aria del Movimento fin da piccolissima, quando la sua mamma Giovanna se la portava dietro alle riunioni, ai laboratori, nelle attività del gruppo materano del M.C.E.

Anni dopo, la scelta di diventare maestra, come mamma, papà e  sorella maggiore, le era sembrata naturale. Nel frattempo, però, era iniziata un’altra grande passione che l’ha accompagnata per tutta la sua breve vita: il teatro.

Per molti anni Adriana ha frequentato diverse scuole di teatro; recitando ha regalato energia, leggerezza, ironia e curiosità a quanti l’hanno incontrata o condiviso con lei la grande passione  per i palcoscenici più disparati, che  spesso erano luoghi nella natura del paesaggio dell’amata Matera; erano  posti aspri, difficili,  quelli adatti a mettere in scena storie ed esistenze degli ultimi della terra. E agli ultimi, agli sfortunati, è stata dedicata l’ultima parte della sua vita. Gli anni dell’insegnamento a Milano, città che ha imparato presto ad amare, sono stati colmi di impegno e dedizione totale ai bambini disabili, la cui vita, benessere ed evoluzione venivano per Adriana prima di tutto il resto.

Contemporaneamente, Adriana ha frequentato il gruppo di Pedagogia del cielo del M.C.E. apportando un contributo importante, nella forma che le era più congeniale, quella teatrale, al lavoro di ricerca del gruppo.

Il piccolo spettacolo messo in scena e diretto da Adriana sulla vita di Galileo nel suo “gioiello”, la casa di Arcetri, ci permise di avvicinarci al grande scienziato con lo sguardo dell’arte, ma soprattutto fece nascere un legame di amicizia tra lei e i più giovani partecipanti al corso di astronomia di quell’anno. Con la generosità e la passione di chi non si risparmia nella vita, Adriana ha regalato qualcosa di speciale a chi l’ha incontrata.

Adri2

Adriana Uricchio  1975 – 2016

Il gruppo di Pedagogia del cielo del M.C.E.

Share

You may also like...

3 Responses

  1. Oriana ha detto:

    Ti ho conosciuta solo per un mese,ma mi sei rimasta nel cuore,anche tua mamma Giovanna. Ti penso sempre. Oriana,Forlì

  2. Anonimo ha detto:

    Grazie alla generazione e alla passione della maestra Adriana, ha portato delle belle esperienze al mio parente che ha la tetraparesi. ( il mio parente è raffigurato proprio nella foto con la maestra Adriana)
    ❤️ NON TI DIMENTICHEREMO MAI DI TE MAESTRA ADRIANA ❤️

  3. Claudia ha detto:

    Ho digitando il nome di mia cugina sul motore di ricerca perché non posso più inviarle un messaggio sul cellulare o chiamarla. Stavolta il web mi ha riservato la piacevole sorpresa di sentire Adriana vicina a me attraverso il Vostro ricordo.
    Vi ringrazio di cuore.
    Claudia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.