Sui fatti di Colonia

Ci sembra importante pubblicare queste riflessioni delicate, sofferte e non dogmatiche sui fatti di Colonia, scritte da  e pubblicate sull’agenzia di stampa internazione Pressenza (http://www.pressenza.com/it/informazioni/ ).
 vive a Berlino e lavora come biologa presso l’Università Humboldt
È attiva in “Mondo senza Guerre e violenza” e “Pressenza”.
E’ impegnata sui diritti delle donne e sull’accoglienza concreta ai rifugiati.
Come giornalista si è interessata alla politica dei rifugiatiil commercio di armi, l’Africa, l’arte e la divulgazione scientifica.
Un estratto dall’articolo:
“Pressenza non ha la pretesa di chiarire tutto quello che è accaduto, né gli attentati di Parigi né gli attacchi di Colonia. Per farlo manca il contatto diretto con le fonti d’informazione. Quello che però possiamo fare, su questa piattaforma di notizie sulla pace e la nonviolenza, è offrire un “albero”, o almeno ricordare che esiste. Mi riferisco all’albero della nave cui Ulisse si è fatto legare per resistere al canto delle sirene. Quello di cui abbiamo bisogno è una sorta di albero interiore. Una ragione per dare valore alla nostra umanità e alle nostre certezze, a quei valori basilari che costituiscono la nostra idea del mondo e che ci permettono di prendere delle decisioni. Tutto questo ci può proteggere dall’irrazionalità che ci colpisce ogni volta che accadono queste tragedie e ci può aiutare a trovare una soluzione, accada quel che accada.”
L’immagine è tratta dallo stesso sito.
Share

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.