• Senza categoria

Ricordo di Marisa Gizzio

gizzio

La mattina del 12 luglio è mancata Marisa Gizzio. Aveva 84 anni, la sua malattia è durata pochi mesi ma non le ha impedito di partecipare fino all’ultimo sia di persona che attraverso i social e la radio, alle battaglie e alle riflessioni per e con le donne, la società civile e la scuola.

I figli, Marcella, Francesco e Marco, pensano di organizzare un ricordo di Marisa in settembre, forse presso la Casa Internazionale delle donne.

Nicoletta Lanciano Walter Cozzolino 

Giornata di ricordo di Maria Luisa Gizzio: 25 settembre

ore 16:30 – 21:00 Casa Internazionale delle Donne
Roma, Via della Lungara, 19, T 06-68401720

Salve a tutti. Siamo Francesco, Marcella e Marco, figli di Maria Luisa.
Crediamo che a quanti l’hanno conosciuta, amata, o condiviso con lei
battaglie, sia dovuto  essere messe e messi al corrente del fatto
che purtroppo lei non ce l’ha fatta. Ha combattuto con il suo solito
coraggio la sua malattia e venerdì 12, dopo le sue ultime fatiche, ci ha
salutati!

Dalla Segreteria Nazionale del MCE, un ricordo di Marisa.

Marisa è stata tra le più simpatiche e matte, in senso buono, delle persone conosciute nel MCE! Sempre piena di idee e di proposte, non si arrendeva mai. L’ultima volta che l’ho sentita è stato a Prima pagina su Radio 3, di cui era assidua ascoltatrice e commentatrice. Un saluto affettuoso alla figlia Marcella, che ne saprà custodire il ricordo. Rossella Brodetti 

Io ho un ricordo di lei con un garofano di carta rossa tra i capelli per ballare le sevillanas  ad Almeria nel 1987  al seminario internazionale sull’educazione scientifica della FIMEM.
Capitava di mettersi in macchina ancora assonnate per andare a scuola e in automatico di sintonizzarsi su rai 3 per cominciare a dialogare con il mondo. Arrivavano le telefonate ..dica il suo nome..MARISA GIZZIO…. allora ti svegliavi ed ascoltavi Marisa che a dispetto del suo fare colloquiale si esprimeva sempre con saggezza, competenza sui grandi temi della democrazia, della Resistenza, della scuola, della battaglia delle donne..e poi ci si trovava agli incontri romani o in giro per il mondo e lei scanzonata sembrava una eterna Alice sperduta e meravigliata ma sempre pronta a sorridere e tenere i piedi ben saldi sulla sua e sulla nostra Resistenza di sempre. Ciao Marisa, compagna ed amica. Maria Teresa Roda  

Il fratello di Marisa, Massimo,  e` stato uno studente attivo nella resistenza romana: ucciso dai fascisti il 1 febbraio 1944, a 19 anni. Sul sito ANPI una breve biografia, in cui e` citata anche Marisa per aver tenuta viva la sua memoria.
Sarebbe bello trovare il modo per ricordarlo…
Questi valori ed esempi non vanno in ferie… Simonetta Fasoli 

La mia amicizia con Maria Luisa Gizio è nata e si è manifestata tutte le volte che ci siamo incontrate nei numerosi incontri da lei promossi per mantenere viva la memoria di Massimo, fratello molto amato e giovanissimo compagno caduto nella battaglia cittadina contro fascisti e tedeschi. Una compagna di viaggio augura a chi resta e che l’ha conosciuta di ricordarla nella sua gentilezza e nella sua fermezza, Vera Michelin Salomon

Un dolore profondo. Mi sono chiesta spesso perchè da tempo non mi chiamasse  o non mi scrivesse  mail o perchè  non la incontrassi alle varie iniziative.
Le volevo bene, per la sua curiosità, capacità di comprendere e ri-comprendere, per la sua allegria e generosità.
Un forte abbraccio, e si vorrei esserci se non sarò in Palestina/Israele per ricordarla a Settembre.
Grazie di avermi fatto partecipe. Luisa Morgantini

Un saluto a Marisa. L’ultima volta che l’ho vista, un anno fa circa, esprimeva il desiderio di contribuire a sostenere le attività del gruppo romano. La ricordo con un sorriso. Graziella Conte

Cari Francesco, Marcella e Marco,
le bimbe ritratte in quella foto sono state molto fortunate ad avere una
nonna come Maria Luisa. E noi tutti altrettanto, ad averla conosciuta: una
donna energica, tenera e garbata, volitiva, forte e combattiva. Sarò felice
di essere coinvolta a settembre nella giornata che state progettando, di
cui mi ha già parlato Antonia Sani. Vi ringrazio di avermi inclusa in
questa lista e mi unisco al vostro dolore per una perdita così
significativa. Marina Boscaino

Anche io avverto un dolore profondo.Mi fa piacere essere partecipe del ricordo della sua “bella” vita. Giovanni Russo Spena

 

Share

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.