• Senza categoria

Ricordando Alain Goussot

Informazioni  e testimonianze raccolte da Domenico Canciani

Andrea Canevaro ricorda Alain Goussot

Mercoledì 30 marzo 2016, ore 14,

presso l’aula magna dell’università di Cesena (piazzale Sanguineti 180)


Docente di pedagogia speciale all’Università di Bologna, Alain Goussot è morto improvvisamente sabato 26 marzo. Aveva sessant’anni. Attento osservatore dei processi interculturali e transculturali nell’apprendimento, Goussot ha dedicato i suoi studi e le sue passioni politiche mettendo sempre in discussione la rigida divisione delle discipline, privilegiando un approccio complementare e interdisciplinare, in particolare tra pedagogia, sociologia, antropologia, letteratura, psicologia, filosofia e storia. Autore di numerosi ricerche e libri, da oltre un anno aveva cominciato a inviare articoli e commenti a Comune occupandosi di pedagogia critica, movimento contro la Buona scuola, critica allo sviluppo e al consumismo ma anche di migranti, nonviolenza e terrorismo. “Prima o poi ci inventiamo insieme una bella iniziativa”, aveva promesso qualche tempo fa alla redazione di Comune. In questa sezione dell’archivio sono leggibili oltre cinquanta suoi articoli (http://comune-info.net/autori/alain-goussot/). Di seguito invece l’ultimo commento inviato due giorni fa (e ancora inedito), dedicato a Bruxelles, dove aveva studiato prima di trasferirsi in Francia e poi in Italia (http://comune-info.net/2016/03/bruxelles-alain-goussot/). Questo infine è uno dei suoi migliori saggi: “I rischi di medicalizzazione nella scuola“ (http://comune-info.net/…/…/i-rischi-medicalizzazione-scuola/). Ciao Alain, sentiremo molto la mancanza della tua cultura, della tua timidezza, della tua ostinata voglia di guardare il mondo con gli occhi di quelli che vivono in basso http://comune-info.net/2016/03/bruxelles-alain-goussot

Gianluca Carmosino

Abbiamo da poco appreso la notizia dell’improvvisa scomparsa del prof. Alain Goussot, amico e compagno. È un grande lutto nel mondo della pedagogia, una perdita per tutti coloro che si battono per un’educazione laica e democratica.

Cristina Contri Mce rivsta cooperazione educativa

Ho appena letto la notizia della morte improvvisa del prof. Alain Goussot. Sono attonita. Una grande perdita, per chi crede nei valori della laicità, della democrazia, dell’educazione come strumento di vera emancipazione.

Simonetta Fasoli  MCE segreteria nazionale 

Al figiio Enrico (e alla famiglia) espirimiamo la vicinanza di quanti stimavano tuo padre per la sua curiosità. Per la sua generosità. Per il suo impegno. Per il coraggio di testimoniare. un grande dolore ci avvicina. E Con il suo  coraggio andremo avanti
A nome di quanti come lui custodivano creativamente le migliori pratiche educative come La Pedagogia Freinet.

Domenico Canciani 

MOVIMENTO di Cooperazione Educativa. VENEZIA

 

Scarica il documento completo

 

Share

You may also like...