Gruppo Kore

Responsabile: ANNALISA BUSATO
Indirizzo: CENTRO CIVICO MARCO POLO – BOLOGNA
Telefono: 041 90738

E-mail: annalisa.busato@gmail.com

 

Lo “storico” gruppo Kore, iniziato negli anni ’90, prosegue nei suoi incontri a Bologna, pur se con cadenza molto limitata data l’età raggiunta da parecchie delle sue fondatrici.

Prosegue i suoi lavori all’esterno del Gruppo con l’apporto delle più giovani tra le partecipanti, ma si auspica l’arrivo di nuove forze, per mantenere viva l’attenzione alle problematiche inerenti il genere che oggi nella scuola necessitano quanto mai di riflessione e intervento.

Auspichiamo insomma un rinnovamento o una rifondazione di un gruppo MCE in cui uomini e donne proseguano la ricerca sul genere, attualizzando e aggiornando i temi tuttora in discussione nel Gruppo.

Gli obiettivi delle varie annate di ricerca-azione di Kore, centrati sul tema dei rapporti tra educazione e differenza di genere, hanno avuto il costante scopo di rendere consapevole ogni insegnante  del processo costitutivo della propria soggettività sessuata e, a partire da sè, sostenere i propri alunni nella progressiva maturazione.<

L’obiettivo costante è quello di raggiungere una rinnovata percezione dei valori della convivenza tra uomini e donne nell’ottica della partnership e la costruzione di rapporti evoluti ed autentici M/F nella scuola, in famiglia, nella società, con sempre maggior consapevolezza e rispetto delle differenze.

Nel Gruppo gli incontri sono sempre stati caratterizzati da pratiche di formazione e di autoformazione che mettono al centro la presenza e la cura, l’accoglienza e l’ ascolto, gli scambi di voci in gruppo, la  conoscenza integrata con le emozioni.

Una attenzione specifica  è dedicata alle nuove e diverse identità femminili che i processi migratori mettono in evidenza, per ricercare i modi di una cittadinanza possibile in un contesto interculturale e globalizzato.

I temi di ricerca perseguiti negli anni dai vari sottogruppi continuano ad essere oggetto di lavoro individuale e/o in piccolo gruppo, nelle varie sedi di lavoro (Genova, Bologna, Firenze):

  • linguaggi non verbali, scrittura delle donne (laboratori con donne di tutte le diverse età, anche straniere, o in gruppi misti con persone con difficoltà psichica)

  • voce e voci delle donne (lingua e dialetti, canto…). Inoltre, letture drammatizzate “Parlare di politica con un’altra voce”e “Donne extra-vaganti”.>

  • nuove e diverse identità evidenziate dai processi migratori

  • malessere della scuola disagio dei docenti e comunicazione con le nuove generazioni

  • il vero nutrimento: riflessioni su elementi naturali e culturali che passando per il corpo diventano energia

  • il sacro femminile nel territorio: percorsi alla riscoperta di tracce archeo-antropologiche da offrire alle colleghe ancora in servizio, per le loro classi. Riletture di miti attraverso la categoria del genere.

Per il 2018 il gruppo sta lavorando alla ripubblicazione in eBook della prima parte del Quaderno MCE “Abitare il mondo al femminile”, con numerose proposte di laboratorio per le classi, e prosegue i lavori sulla scrittura e sul mito (Genova) e sulla voce e il canto.

Share