Notizie dalla FIMEM

Nei giorni scorsi a Nantes si è riunito il Consiglio di Amministrazione della FIMEM. Fra i punti  all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio consuntivo della RIDEF che nel 2014  si è tenuta a Reggio Emilia e quindi è stata organizzata dal Movimento di Cooperazione Educativa in collaborazione con il CA della FIMEM. Fra gli aspetti segnalati particolare rilievo ha avuto il bilancio sociale dell’evento che ha coinvolto l’intero MCE e le fasi successive che hanno visto un’assemblea MCE annuale particolarmente partecipata, la nascita di un gruppo ‘cantieri della formazione’, l’attivazione di rapporti fattivi con diverse realtà associative, di ricerca, istituzionali, dal Centro Internazionale Loris Malaguzzi al Cemea ad altre associazioni e università, una prosecuzione dell’elaborazione e della presenza Mce a Venezia, in Sardegna, a Pisa e in altre sedi. L’intento del MCE era di fare della RideF un’occasione generativa di nuovi incontri e opportunità per la diffusione del movimento. Per questo la rivista Cooperazione Educativa continuerà ad avere un occhio particolare dedicato al tema ‘Sguardi che cambiano il mondo’.
Particolare apprezzamento ha avuto il successo del libro ‘Non dobbiamo tacere’ , le mostre sulle case e sulla corrispondenza, la stretta correlazione fra il tema scelto ed i laboratori attivati.
Il MCE presenta il libro in diverse situazioni e analoghe forme di pubblicizzazione vengono effettuate in Francia. E’ altresì stata ultimata dopo la Ridef la traduzione delle didascalie del film ‘L’École buissonnière’ che sarà quindi disponibile con sottotitoli in varie lingue nella prossima Ridef a cura dell’associazione ‘Les Amis de Freinet’ che si occupa della documentazione della memoria della pedagogia di Freinet.
Nel corso della settimana di incontro si sono assunti gli orientamenti della federazione emersi nelle assemblee FIMEM a Reggio, si sono elaborate proposte di modifica dello statuto e del regolamento interno della federazione, si è approvato il bilancio di previsione e analizzato lo stato di preparazione della prossima Ridef 2016 in Benin. Il rapporto dell’attività verrà pubblicato nei siti dei movimenti appena tradotto. A seguito degli orientamenti proposti a Reggio si sono stilati testi relativi allo ‘spazio filosofico’ di dibattito sul sito FIMEM, alla laicità nella federazione, alla promozione della conoscenza come bene comune nei vari paesi, alla tutela dei minori figli di migranti e al riconoscimento per loro della cittadinanza del paese di residenza. I testi verranno collocati nel sito FIMEM e nell’Infor CA che documenta il lavoro compiuto.
La FIMEM ha aderito alla Fondazione ‘Antoni Benaiges’ nata in memoria del maestro che ‘promise il mare ai suoi alunni’ fucilato durante la guerra civile spagnola che celebrerà l’11 e 12 aprile il suo primo incontro e l’apposizione di una targa a memoria sulla facciata della scuola a lui intitolata.
Viene istituita una borsa per giovani insegnanti per la partecipazione ad incontri di formazione con il contributo della FIMEM grazie anche al contributo che il MCE ha potuto consegnare alla FIMEM, maggiore di quanto previsto dal regolamento della federazione.
In quanto membro del CA ho segnalato che lo sforzo del nostro movimento è consistito in particolare nel tentativo di rendere generativI l’esperienza e gli esiti della RIDEF proseguendo nell’elaborazione sui temi della vita delle bambine e dei bambini nella città e dei diritti dell’infanzia.

Share

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.