Modelli per conoscere, modelli per capire

L’Istituto Comprensivo Spinea 1 (Venezia), con il Patrocinio della Città di Spinea, organizza da molti anni un convegno di studio ispirandosi ai principi che hanno guidato l’azione didattica di Daniela Furlan, insegnante di scuola primaria, formatrice e coordinatrice per molti anni, fino alla sua scomparsa, della Commissione Continuità.
Quest’anno il tema, riassunto nel titolo, è “Modelli per conoscere, modelli per capire” e si svolge nei locali della Scuola primaria Nievo e della Scuola secondaria Ungaretti dal 17 giugno pomeriggio al 19 giugno mattina.
Il sottotitolo, Riflessioni sul fare scienze a scuola, sembrerebbe indicare una scelta di tipo strettamente disciplinare, in realtà ogni anno al convegno si parla di tante cose… non solo di scienze.
Il discorso sui modelli di per sé è già una scelta che consente di estendere il tema ben oltre il confine delle scienze che si insegnano a scuola. I relatori allora si sbizzarriscono e raccontano, ognuno dal proprio punto di vista, ciò che significano i modelli nel loro campo di studio, che, pur restando sotto l’etichetta delle scienze, possono realizzarsi con modalità differenti.
E allora vedremo modelli di organizzazione animale e modelli di funzionamento del corpo umano, modelli per utilizzare le tecnologie nella didattica, modelli per rappresentare emozioni accanto a modelli per rappresentare la Terra…Tutto è poi calato nella realtà didattica attraverso la presentazione di molte esperienze che, in varia misura, riprendono i temi dei relatori o ne mostrano aspetti particolari: come parlare di ambiente, di DNA, come capire anche da piccoli costruendo i propri modelli. Un momento importante del convegno è dato dal pomeriggio dedicato ai laboratori, luoghi in cui gli insegnanti possono sperimentare di persona attività che poi potranno diventare parte del loro progetto didattico.
Non manca mai nel convegno una voce che porti il discorso su temi di interesse più generale: ad esempio quest’anno Paolo Mazzoli, direttore dell’Invalsi, parlerà di autovalutazione e valutazione esterna come strumenti per migliorare l’insegnamento.
Ogni momento di lavoro è coordinato da Maria Arcà che con i suoi commenti e le sue domande rende sempre interessante e a volte imprevedibile lo sviluppo del lavoro.
Quindi bentornato convegno… ci saremo…

Per iscriversi scaricare il depliant, compilare la scheda di iscrizione e farla pervenire entro il 10 giugno all’Istituto Comprensivo Spinea 1.

Share

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.