Conferenza Regionale della Scuola

Il Forum per l’Educazione e la Scuola del Piemonte organizza un percorso annuale di ricerca che si conclude con una Conferenza nel mese di settembre.

Dal quaderno dell’ottava conferenza

Negli ultimi due anni la Conferenza ha affrontato il tema delle didattiche innovative e del rapporto tra edu- cazione e istruzione. Ci siamo concentrati soprattutto su ciò che la scuola, e quella piemontese in particolare, riesce a realizzare di positivo e di importante. Nelle precedenti sette edizioni, abbiamo, soprattutto attraverso i focus territoriali e i seminari tematici, evidenziato problemi e prospettive, esperienze e proposte avanzate dagli insegnanti di ogni ordine e grado, ascoltando e registrando le idee, le aspettative, i problemi di moltissimi inse- gnanti, genitori, studenti, amministratori locali, dirigenti scolastici e operatori del territorio su molte questioni. Il lavoro portato avanti dalle scuole è stato costantemente al centro delle Conferenze regionali. In ciascuna delle otto edizioni abbiamo raccolto, e puntualmente documentato nel Quaderno messo a disposizione dei partecipanti alla Giornata conclusiva di settembre, nel periodo febbraio – maggio, le esperienze organizzative e didattiche di oltre 200 realtà scolastiche piemontesi.

Questo è certamente il valore specifico e l’originalità della nostra proposta di ricerca che non ha pretese di scientificità, ma consente alle scuole di raccontarsi, di mostrare modi ed esiti del proprio lavoro, di riflettere su qualità e problematicità delle molteplici collaborazioni, di fornire, in definitiva, un quadro realistico e attendibile dei processi di cambiamento e innovazione effettivamente in atto nelle nostre scuole.

La giornata conclusiva ha sempre rappresentato una occasione di incontro, confronto e di riflessione teorica con personalità della cultura, della ricerca pedagogica e delle istituzioni.
Il tema di questa ottava conferenza è quello del contrasto alla dispersione scolastica intesa non tanto (o non solo) come fenomeno statistico o sociologico, bensì come dice efficacemente Don Milani, il problema culturale, politico, pedagogico della scuola.

Le conferenze regionali sono sempre il frutto di una collaborazione stretta fra le Associazioni della scuola, le Istituzioni locali e gli Enti pubblici e privati più attivi sul terreno della educazione e della scuola nella nostra regione. Il tema di questa Conferenza ha richiesto più che mai questa intesa attiva fra soggetti diversi, frutto della condivisione della necessità di integrare sinergicamente obiettivi, strategie e risorse. Solo facendo sistema è possibile produrre un’efficacie azione di contrasto nei confronti di un fenomeno che, per quanto descritto in fase calante, continua a produrre emarginazione sociale e a negare i diritti di cittadinanza a una parte cospicua della popolazione del nostro Paese.

Oltre ai tradizionali focus territoriali, i partner della Conferenza hanno deciso di realizzare, prima della Gior- nata conclusiva, tre momenti di riflessione collegiale su altrettanti nodi critici nel percorso di superamento dei meccanismi espliciti e soprattutto impliciti di selezione scolastica:

  • segmento 0-6, e la scuola dell’infanzia in particolare, come occasione privilegiata di decondizionamento precoce;
  • istruzione professionale e la formazione professionale, come percorsi formativi in cui si concentrano gli insuccessi scolastici e sede di possibile riscatto;
  • istruzione degli adulti e CIPIA, come strumento privilegiato di alfabetizzazione e integrazione sociale, oggi particolarmente in difficoltà soprattutto per carenza di risorse, particolarmente sul piano del personale docente.Di questi momentiseminariali diamo particolare conto in questo quaderno di documentazione insieme al tema dell’orientamento che ha costituito il filo rosso di continuità lungo i tre momenti, a partire proprio dalla scuola dell’infanzia.
    La Conferenza regionale è diventata un bene comune della scuola piemontese e ci auguriamo che possa con- tinuare ad essere promossa e sostenuta dalle scuole e dai territori della nostra Regione.(a cura del Gruppo di Regia e Coordinamento della VIII edizione della Conferenza regionale della Scuola. Torino, febbraio 2017)

I risultati della ricerca confluiscono ogni anno in un Quaderno di documentazione.

2017. Ottava Conferenza  La scuola ha un problema solo, i ragazzi che perde.

2016. Settima Conferenza. Educare istruendo… ci vuole un villaggio.

2015. Sesta Conferenza. Fare bene la scuola.

2014. Quinta Conferenza. La buona scuola.

2013. Quarta Conferenza. Benvenuto cambiamento! (Quaderno)
Contributo per un’agenda di politica del cambiamento.(Documento di sintesi finale)
Bilancio finale delle iniziative 

2012. Terza Conferenza. Bentornato insegnante!
Approfondimenti
Sintesi finale

2011. Seconda Conferenza. Federalismo e autonomia scolastica.

2010. Prima Conferenza. La nostra scuola. La scuola di tutti.

 

Share