Gruppo di Ravenna

Contatto: CATERINA PINNA

email: ravenna@mce-fimem.it

BREVE PRESENTAZIONE E FINALITA’ DEL GRUPPO

Il gruppo territoriale di Ravenna si propone di lavorare come sempre per una didattica più inclusiva e democratica,  sulla necessità di fare ricerca e di sperimentare in ambito educativo, restituendo esperienze e conoscenze indelebili nel tempo.
Vogliamo ispirarci all’arte pedagogica dei grandi maestri quale strada virtuosa per innovare, che va oltre il tempo e le mode, che pone sempre al centro gli alunni e le alunne.
Una didattica dove i voti non compaiono e la valutazione segua un percorso più che mai formativo e consapevole per i bambini e le bambine, in cui la verifica è sostituita da un lavoro quotidiano di possibile superamento della difficoltà attraverso il mutuo aiuto con il moto “ Io posso contare sugli altri”, come ci ricorda Freinet nell’ultimo dei suoi invarianti pedagogici “il filo di Arianna misterioso che ci guiderà verso il nostro scopo comune: la formazione nel bambino dell’uomo di domani.”

Il gruppo collabora con il sindacato, il CESP, l’ARCI, il Comune, in particolare con l’Istituzione Biblioteca Classense con cui opera anche per attività formative e diffondere la possibilità di avviare adozioni alternative ai libri di testo.
Gli incontri avvengono generalmente presso la sede Cobas in via S. Agata a Ravenna.
Le attività formative che proponiamo sono in forma laboratoriale o tavole rotonde, i cui esperti sono spesso membri del MCE e/o di altre associazioni.
La formazione, solitamente dedicata a docenti e/o operatori della scuola, è anche aperta alla cittadinanza.
· DESTINATARI ATTIVITA’: docenti, educatori e genitori
· METODI: Laboratori formativi e partecipativi a piccoli gruppi.

· TEMI E ATTIVITA’ e PROGRAMMA ANNO SCOLASTICO IN CORSO:

SETTEMBRE 2108 – LE TECNICHE DI VITA: IL METODO NATURALE DI APPRENDIMENTO DELLA LINGUA.
FEBBRAIO 2019 – Sistemi scolastici differenti : Promuovere l’incontro conoscitivo sul sistema scolastico danese, attraverso il racconto di un allievo italiano, Luca Amicizia che, terminato il suo percorso formativo in quel paese.
MAGGIO 2019 – Educazione – Arte – Anarchia : in collaborazione con con l’Assemblea degli Anarchici Imolesi e la Biblioteca Comunale “Luigi Dal Pane” con seminario e laboratori.
Andrea Papi – Una convergenza affascinante – l’educazione alla libertà arricchita dall’esperienza artistica
Francesco Codello – La costanza dell’arte nelle esperienze libertarie dell’educazione
Sara Honegger – Il gioco della traccia nel closlieu
Redazione di aParte – Arte e anarchia un binomio inscindibile di libertà
Giulio Spiazzi, Kether e Progetto di educazione libertaria I Saltafossi – La Libertà di Creare – Arte, motore di esperienze nelle scuole libertarie.
Lucilla Salimei – Scuola e ricerca sul territorio per capire, per fantasticare, per fare insieme un film

Laboratori nel pomeriggio
Libertà di creare a Kether
Laboratorio creativo Merzbau
aParte: (laboratorio)
Altri attività Come “FUTURI” a cura di G. Cavinato e la “PROIEZIONE DEL DOCUFILM BASTA COMPITI” sono in via di definizione.

Share