• Senza categoria

Giuseppina Marastoni non c’è più

Giuseppina allo stage di matematica ad Ariccia luglio 1974 ci insegna le strutture algebriche sottostanti alle operazioni costruendo il sistema operatorio dell’ascensore della casa sindacale.

Giuseppina a Perugia agosto 1984, assemblea laboratorio. Si organizzano dei seminari interdisciplinari che affiancano le ‘case del sapere’ disciplinari. Giuseppina lavora in un gruppo che si occupa di ‘lettura’ dell’oggetto, intrecciando paradigmi logici, scientifici, antropologici, linguistici. Sempre disponibile a rimettere in discussione le sue competenze e acquisizioni. Con grande umiltà e con grande capacità di trasmettere  le sue proposte.

Giuseppina al seminario Fimem di Almeria luglio 1987. Gli insegnanti del MCEP spagnolo del gruppo matematicas la adoravano. Avevamo tradotto il suo testo, ‘Hagamos geometria’. Erano preoccupati per lei, perché era venuta in aereo con un grande contenitore da architetti portandosi i cartelloni della sua classe. Le chiedevano perché non avesse fotografato e portato le diapositive risparmiandosi la fatica di trascinare tutto quel peso. Ma lei, schermendosi, rispondeva che era tutta un’altra cosa vedere nelle dimensioni reali i lavori dei ‘suoi’ alunni.

Giuseppina a Taormina ospite di Gia Maricchiolo, Giuseppina che mette i piedi nell’acqua forse per la prima volta e ride felice.

Tanti, tanti altri sono i momenti di presenza di Giuseppina nel MCE di cui ha anche fatto parte della segreteria nazionale oltre che essere la segretaria del gruppo  nazionale matematica e organizzatrice instancabile di incontri. Molti documentati nel volume ‘Proposte di matematica’ ( ed. La Nuova Italia).

Questi frammenti di vita e di ricordi non restituiscono la ricchezza e l’apporto di Giuseppina, per noi indimenticabile e inscindibile dalla storia del movimento.
Ciao Giuseppina.

PER LA SEGRETERIA NAZIONALE DEL MOVIMENTO DI COOPERAZIONE EDUCATIVA

Giancarlo Cavinato

 

Testimonianze

Dalla Gazzetta di Mantova del 20 ottobre 2015

 

Share

You may also like...