Forum veneto: dopo il convegno sulla valutazione

Il FORUM VENETO DELLE ASSOCIAZIONI PROFESSIONALI ha organizzato l’11 marzo il convegno “La valutazione formativa e la valutazione delle competenze per migliorare la scuola” che ha visto oltre 400 partecipanti, docenti e dirigenti scolastici di ogni ordine e grado di scuola. 

Il convegno era articolato in relazioni al mattino di Bruno Losito, Raffaele Iosa, Giancarlo Cerini e Cinzia Mion e successivo dibattito, e in 5 gruppi di discussione su altrettante tematiche con resoconti di esperienze, ad es. di classi senza voti, o di autovalutazione, al pomeriggio.

Sugli esiti del convegno, positivi oltre ogni aspettativa, si allega relazione di un’insegnante di scuola primaria come rendicontazione al proprio collegio docenti.

Una restituzione quanto mai opportuna e significativa per una diffusione di pratiche e di occasioni formative. Inseriamo nell’articolo l’incipit lasciando a chi lo desidera di scaricare l’intero documento.

 


Sento il bisogno di restituire in qualche modo all’Istituto, e lo faccio indirizzando il mio lavoro alla sua figura che ricopre il ruolo di dirigente, le riflessioni e gli spunti che sto approfondendo dopo aver partecipato al Forum Veneto delle Associazioni Professionali della Scuola sulla Valutazione di marzo.

Mi sono decisa perché sento la necessità di un dialogo e di un confronto reale all’interno dell’Istituto su questo tema che condiziona fortemente l’attività educativo-didattica. Penso sia un aspetto su cui è necessario prendere posizione ed esprimersi, per non ridursi a parlarne solo in alcuni momenti dell’anno scolastico (chiusura quadrimestri, appuntamenti con Invalsi, certificazione competenze in classe quinta, … ) quando il tema acquista più carattere di problematicità che connotazione costruttiva di ricerca di strumenti atti a documentare in modo coerente i processi di apprendimento.

Il forum è stata una preziosa occasione di scambio e di studio che naturalmente merita approfondimenti.

Mi è piaciuto molto come in quella sede è stato impostato il lavoro e condivido pienamente una delle premesse contenute nei materiali che ci sono stati consegnati:

“Noi pensiamo che la valutazione debba essere formativa, l’unica che accompagna i processi di insegnamento/apprendimento nel loro svolgersi, offre possibilità immediata di aiuto in tempo reale agli allievi per superare le difficoltà o le lacune, in caso di insuccesso induce un’autoregolazione da parte del docente sul proprio metodo, sulla prassi didattica, sulla propria modalità, sull’adeguatezza della propria cultura psicopedagogica oltre che disciplinare.”

 

Scarica il documento completo

L’immagine di copertina è tratta da http://www.proteofaresapere.it/corsi/formazione/treviso11m

Share

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.