Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Mostra “Solo notizie positive”

5 Settembre, 10:00 - 12 Settembre, 16:00

La Mostra “Solo Notizie Positive” esposta dal 5 al 12 settembre a Modena!

Da giovedì 5 settembre al 12 settembre la Mostra “ Solo Notizie Positive” sarà esposta presso i locali della Istituto Comprensivo 10- Scuola Marconi di  Modena sita in Largo Mario Alberto Pucci 45/a – Modena.

L’ingresso sarà libero a tutti.

La mostra raccoglie parte del lavoro svolto nelle classi della Scuola Don Minzoni di Piacenza e delle altre scuole che hanno partecipato al Progetto Notizie Positive. Segnaliamo che quest’anno la classe 1^D -Antonio Gramsci di Modena ha partecipato a questo progetto con una entusiastica partecipazione degli alunni, ma anche delle famiglie. Inoltre la mostra raccoglie anche i contributi inviati da genitori, nonni e semplici cittadini che sono stati pubblicati sulle pagine di Libertà.

Tutte le domeniche Libertà, quotidiano di Piacenza, ha ospitato e continua ad ospitare anche nel periodo estivo le notizie positive con una pagina interamente dedicata.

La mostra inoltre intende documentare i modi, spesso molto diversi, con i quali i bambini e le bambine scrivono le notizie positive: su foglietti di tutti i tipi, alcuni con disegni ben curati e colorati, altri con disegni solo schizzati, qualcuno scrive solo notizie di carattere personale e altri scrivono prevalentemente notizie internazionali, locali o nazionali. A volte quando sono molto piccoli i bambini comunicano le notizie agli/alle insegnanti che le trascrivono e le inviano al responsabile e curatore del progetto. Pensiamo sia importante mettere in rete le esperienze e le competenze e scambiarle con quelle di chi a livello nazionale sta lavorando in sintonia con noi per rendere visibili le notizie positive. Lavoriamo affinchè sui media si riequilibrino le informazioni rispecchiando maggiormente la realtà, aumentando la percentuale di informazioni positive e riducendo lo spazio di quelle negative che, alla lunga, danno una percezione errata della realtà.

Il Progetto proseguirà anche quest’anno e invitiamo tutte le scuole, le classi, i centri educativi interessati a partecipare attivamente. Volete partecipare al Progetto delle Notizie Positive con la vostra classe e/o la vostra scuola? Vi aspettiamo!

Per info: Roberto Lovattini  roberto2lovattini@gmail.com

Proprio per lavorare in sintonia  con le altre esperienze, italiane e non solo, partecipiamo  alla rete di“The Bright Side o Il Lato Positivo dell’informazione”. E’ possibile entrare in contatto con questa rete su:

Pubblichiamo anche i riferimenti per chi è interessato ad ascoltare, vedere e leggere le Notizie Positive:

  • Libertà, quotidiano di Piacenza, tutte le domeniche.
  • Radio 24 – trasmissione “Si può fare” sabato dalle ore 7,30 alle 9,00 ; domenica alle ore 8,10 alle ore 10,00.
  • Tg web – Pagina facebook: “Scatola della positività” – @sidebrights – @Positivitybox0
  • TV2000 ogni mercoledì alle ore 14 nel Programma “L’ora solare”
  • l’inserto settimanale del Corriere della Sera (Martedì) “Buone Notizie”

“Solo Notizie Positive con le scuole e Libertà”

Perché una Mostra sulle Notizie Positive

La scuola Don Minzoni – VIII° Circolo Didattico di Piacenza, in collaborazione con il quotidiano Libertà, sta portando avanti un Progetto innovativo che punta a motivare i bambini e le bambine ad attivarsi per trovare notizie positive e, cosa fondamentale, per promuoverle in prima persona.

Da un punto di vista pedagogico il Progetto nasce dall’idea che sia necessario riscoprire l’importanza dell’esempio che è contagioso e riconsegnare agli adulti il compito che spetta loro. Occorre cioè contribuire alla crescita dei bambini e delle bambine attraverso l’esempio e la trasmissione di un messaggio di positività e di fiducia nel futuro. Vogliamo formare dei cittadini consapevoli, cooperativi e costruttori di un Mondo migliore. Questo è un Progetto che non sottrae tempo alle discipline, anzi le utilizza per leggere, scrivere, discutere, disegnare, contare, occuparsi di geografia e di storia. Un’attività che ben si collega all’esperienza del maestro Mario Lodi e alle attività del Movimento di Cooperazione Educativa che ha fatto della scuola attiva e formativa il proprio faro guida. Tra l’altro questa attività si addice ad un programma di Educazione civica, intesa come formazione di un sano principio di Etica pubblica. L’Educazione alla cittadinanza è presente nei documenti MIUR e si può dunque condividere l’obiettivo di insistere per lavorare alla formazione di “cittadini e cittadine consapevoli”. E la scuola è sicuramente l’istituzione principale e essenziale per l’educazione alla cittadinanza democratica. Ne fu consapevole l’allora Ministro dell’Istruzione Aldo Moro, quando nel 1958 introdusse l’educazione civica a scuola. Tuttavia, non potrà bastare reintrodurre una nuova disciplina se non si interviene per produrre un cambiamento sostanziale dei processi formativi. Occorre avere la consapevolezza che si educa un soggetto alla partecipazione, all’appartenenza alla comunità e alla democrazia solo se gli si permette di fare esperienze attive, concrete e creative. A scuola si educa alla democrazia sviluppando menti critiche, libere da pregiudizi, flessibili, capaci di connettere pensiero e azione, e di intervenire sulla realtà. Freinet, ispiratore del Movimento di Coperazione Educativa, diceva “Si prepara la democrazia di domani con la democrazia a scuola”.

Quindi occorre progettare e favorire la partecipazione diretta degli alunni alle dinamiche della vita reale. Ma se noi continuiamo a vedere e ascoltare soltanto notizie tragiche e negative non potremo costruirci una visione della vita orientata all’ottimismo.  La stampa dovrebbe avere un ruolo fondamentale per far conoscere anche le tante azioni positive che nel Mondo accadono.

E’ un Progetto semplice ma concreto ed efficace: i ragazzi individualmente e collettivamente cercano le notizie positive che  trovano nel proprio ambiente personale dove vivono (casa, scuola, parrocchia, ecc …) oppure che trovano su giornali, in televisione e sui social. Poi ne discutono insieme e scelgono quelle da pubblicare e valorizzare.

Ma non è tutto: il punto d’arrivo è capire che, qualsiasi sia la situazione negativa che si ha di fronte, si possono trovare anche elementi positivi, oppure partire dal fatto negativo per mettere in campo azioni che possono trasformarlo ed avere effetti positivi. Un esempio è quanto accaduto il maggio scorso a Piacenza. Sulla stampa era apparsa la notizia che una ragazzina di dodici anni era perseguitata da alcuni compagni, rendendole impossibile la frequenza a scuola. Dopo un appello su Libertà che chiedeva a tutti i docenti di far riflettere i propri alunni e di invitarli a scrivere una lettera alla ragazzina perseguitata, sono arrivate tantissime lettere a Libertà e sono state consegnate alla ragazzina che ha mostrato di gradirle davvero tanto. Un fatto che poteva essere visto dall’opinione pubblica, come l’ennesima riprova che i ragazzi sono sommersi dal bullismo, ha dato la possibilità di mostrare che ce ne sono tanti altri  che sanno offrire solidarietà e aiuto.. In questo contesto è davvero bello segnalare la partecipazione a questo progetto della classe 1^D della Scuola Antonio Gramsci di Modena. I bambini e le bambine della classe, sostenuti dalle famiglie e dalle maestre, hanno mostrato di essere motivati trovando e scrivendo diverse notizie positive che riguardavano il loro ambiente personale e scolastico, ma anche andando oltre questi confini.

Cosa documenta la mostra

Con questa Mostra vogliamo documentare una parte del lavoro svolto nelle classi e che è stato pubblicato sulle pagine di Libertà. Questo quotidiano tutte le domeniche  ospita la nostra pagina. Inoltre vogliamo mostrare i modi, anche molto diversi, con i quali i bambini e le bambine scrivono le notizie positive. A volte con disegni ben curati e colorati, altre volte con disegni solo schizzati, su foglietti di ogni tipo, qualcuno scrive solo notizie di carattere personale e altri notizie internazionali, locali o nazionali. Pensiamo sia importante mettere in rete le esperienze e le competenze e scambiarle con quelle di chi a livello nazionale sta lavorando in sintonia con noi per rendere visibili le notizie positive e per fare in modo che sui media le informazioni siano maggiormente rappresentative della realtà, riducendo lo spazio delle notizie negative che, alla lunga, danno una percezione errata della realtà. Siamo quindi entrati nella rete di “The Bright Side o Il Lato Positivo dell’informazione”. E’ possibile entrare in contatto con questa rete  su:

Share

Dettagli

Inizio:
5 Settembre, 10:00
Fine:
12 Settembre, 16:00
Categoria Evento:

Luogo

Istituto Comprensivo 10 – Scuola Marconi, Modena
Largo Mario Alberto Pucci 45/A
Modena, Italia
+ Google Maps
Share