Errare umano è… navigare, viaggiare, conoscere

logomce-rossoMOVIMENTO DI COOPERAZIONE EDUCATIVA

CANTIERI per la FORMAZIONE
ERRARE umano è … navigare, viaggiare, conoscere.

Corso residenziale di formazione per educatori, insegnanti, studenti
Cagliari, 6 -9 luglio 2015

COMUNICATO

Errare è un tema adatto a chi educa. Il viaggio, reale o immaginario che sia, è una metafora del processo di crescita e di apprendimento.  I significati del viaggiare sono molteplici, affascinanti e sempre attuali. Errare, rimanda anche alla possibilità di sbagliare, di perdersi, di cercare. È una dimensione importante del crescere che ci riporta al senso della vita e dell’apprendere, intesi come ricerca e conoscenza di sé e del mondo intorno. Il viaggiatore è sensibile alla curiosità, volge lo sguardo all’avventura del conoscere. Viaggiando s’imbatte in crocevia che portano a scelte tra direzioni alternative: non è facile abbandonare strade note e affrontare imprevisti, ma è quella che intraprende chi ha il coraggio di cambiare. Al ritorno dal viaggio non si è più gli stessi: come si ricomporranno i modelli conosciuti con le nuove mappe apprese nel corso del viaggio? Si tratta di domande importanti per chi si occupa di apprendimento.

Lo stage, messo a punto dall’Equipe Cantieri Mce per la formazione, si svolge alla scuola primaria S. Caterina, in centro a Cagliari, dal 6 al 9 luglio 2015 .
Nell’arco di quattro giorni sono previste attività di accoglienza, plenarie e reading sui fondamenti della pedagogia Freinet.
Quattro i laboratori che indagheranno attivamente sulle dimensioni del viaggiare. Al termine dei quali si confronteranno i metodi e le (buone) pratiche messe in luce, attraverso incontri plurimi ravvicinati: Word cafè.
La Scuola per rinnovarsi ha bisogno di allargare lo sguardo, di vedere il proprio operare inserito in contesti sociali e educativi più ampi, per ritrovarne il senso e l’orgoglio. Per questo due serate consentiranno ai partecipanti di dialogare con esperti provenienti da ambiti diversi dalla pedagogia, incontrando nuovi punti di vista sul mondo dell’educare.
Mostre e scambi su bambini e città, materiali e strumenti scolastici accompagneranno le giornate dello stage.
Il finale dello stage propone una tavola rotonda tra operatori ed esperti per ritrovare una bussola, un orientamento nel momento di ritornare in contesti educativi: Il centro della conversazione è la scuola con le domande: Cosa possiamo fare noi?  What we can do?  Un forum aperto, teso a far emergere: ciò che nella scuola vorremmo trovare; ciò che invece c’è; ciò che si può fare.
L’ultimo atto dello stage guarda al futuro: ciascun partecipante potrà scegliere un tema di studio e di ricerca connesso al tema del viaggiare, impegnandosi a sperimentare nei luoghi educativi, un percorso di lavoro innovativo.
Ogni ricerca-azione sarà supportata da un tutor, che accompagnerà la progettazione e la pratica didattica attraverso l’uso di una piattaforma Mce dedicata.

ATTESTATO di frequenza.  Il M.C.E. è associazione professionale riconosciuta dal MIUR quale soggetto qualificato per la formazione del  personale ai sensi del DM 177/2000 e D.M. 5.7.2005 prot.1224. Il corso può essere riconosciuto quale attività formativa dalle Università. Si rilascia attestato per 30 ore.

PROGRAMMA COMPLETO, PARTECIPAZIONE, PRENOTAZIONI, SOGGIORNI E  COSTI:
INFO: www.mce-fimem.it
MCE-Sardegna  C. S. 348.8891478 –  C. L. 347.3912107 mce.sardegna@gmail.com
MCE-Cantieri   t. 041.952362 mce-ve@virgilio.it

IMMAGINE DI COPERTINA.  «Omaggio a Antonio Gramsci» di Maria Lai . (Piazzale Museo Stazione dell’arte, Ulassai

Per ulteriori informazioni vai all’evento

Share

You may also like...

1 Response

  1. 31 Maggio 2015

    […] Vai all’articolo precedente […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.