COMUNICATO STAMPA

L’attacco alla sede CGIL e a sedi istituzionali dello scorso 9 ottobre a Roma è un’offesa alla democrazia.

Il Movimento di Cooperazione Educativa esprime la massima solidarietà alla CGIL e l’indignazione verso ogni forma di prepotenza, violenza e prevaricazione da parte di gruppi che utilizzano modalità di presenza sociale e politica di stampo eversivo e fascista.
Queste operazioni non intimidiranno il lavoro di chi considera l’antifascismo la base della democrazia e della formazione alla cittadinanza attiva. E rafforzano la motivazione politico-pedagogica alla lotta e all’impegno per una scuola capace di educare tutte e tutti a una un’etica pubblica e una coscienza democratica attraverso:
·       la cura della memoria, per non dimenticare il passato e il fondamento antifascista della nostra Costituzione;

·       lo sviluppo di capacità di relazione solidale e inclusiva con tutti e tutte e il rifiuto della violenza;

·       la formazione di uno spirito critico contro l’oscurantismo del pensiero anti-scientifico.

Per questo il MCE aderirà con convinzione alla manifestazione nazionale di sabato 16 ottobre indetta a Roma dai segretari della Cgil, Cisl e Uil per il lavoro e la democrazia e per chiedere lo scioglimento per legge di tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste.

Roma, 11 ottobre 2021

Share

You may also like...