Adozione dei libri di testo: un aiuto dal MCE

Sul sito del MIUR si legge:
“Il libro di testo è lo strumento didattico ancora oggi più utilizzato mediante il quale gli studenti realizzano il loro percorso di conoscenza e di apprendimento. Esso rappresenta il principale luogo di incontro tra le competenze del docente e le aspettative dello studente, il canale preferenziale su cui si attiva la comunicazione didattica. Il libro di testo si rivela uno strumento prezioso al servizio della flessibilità nell’organizzazione dei percorsi didattici introdotta dalla scuola dell’autonomia: esso deve essere adattabile alle diverse esigenze, integrato e arricchito da altri testi e pubblicazioni, nonché da strumenti didattici alternativi.”

Per quanto riguarda la scelta “Il collegio dei docenti può adottare, con formale delibera, libri di testo oppure strumenti alternativi, in coerenza con il piano dell’offerta formativa, con l’ordinamento scolastico e con il limite di spesa stabilito per ciascuna classe di corso.”
Questo rende possibile l’adozione alternativa.

Inoltre sul sito si parla della “realizzazione diretta di materiale didattico digitale”, che in molte scuole, con la diffusione delle nuove tecnologie, è ormai diventato una realtà.

Su tutto ciò sarebbe utile partire un dibattito e soprattutto condividere le esperienze in proposito. Il MCE intanto ha rielaborato il libretto EQUI-LIBRi che rappresenta un primo contributo in tal senso.

LIBRI DI TESTO_2014

EQUI-LIBRI (revisionato)

L’immagine in home page è tratta da https://bibliosogni.wordpress.com/2014/05/04/5-passi-per-ladozione-alternativa-al-libro-di-testo/

Share

You may also like...